Effetti su rete, ambiente e mercato

Sono stati valutati gli impatti potenziali del sistema DEMAND sulla rete, sulle emissioni di CO2 e sul mercato elettrico. Tali impatti sono stati valutati in diversi scenari stabiliti tenendo conto degli algoritmi, dei programmi di DR attuabili e delle valutazioni economiche e di confort definite nelle precedenti LA. I risultati mostrano come l’aggregazione delle risorse flessibili attraverso la VAE sia in grado di restituire vantaggi significativi in termini di riduzione dei picchi di rete, delle perdite di energia, delle cadute di tensione e delle emissioni di CO2. Inoltre, si possono ottenere, in alcuni casi, significativi differimenti nel tempo degli investimenti per il potenziamento delle reti, in presenza di reti operanti in prossimità dei loro limiti tecnici.
Un primo immediato impatto positivo del sistema DEMAND si ha nella riduzione delle emissioni di CO2, di cui beneficiano non solo i partecipanti a DEMAND ma tutti i membri della collettività. La riduzione delle emissioni climalteranti può essere tradotta in un risparmio economico per l’intera collettività.
Un secondo impatto positivo si riscontra nella possibilità di influenzare i prezzi sia nel MGP che nel MSD con un ritorno economico immediato per i partecipanti a DEMAND o, possibilmente, per l’intera collettività.
Inoltre, la possibilità di utilizzare DEMAND per risolvere il problema dell’inversione del flusso di potenza nelle stazioni AT/MT delle aree critiche consente di incrementare la quota rinnovabile che può essere installata. Per gli utenti del sistema elettrico ciò significa:
• possibilità di realizzare impianti da fonte rinnovabile presso le proprie abitazioni/attività con conseguente incremento della classe energetica dell’unità immobiliare e riduzione dei costi per l’approvvigionamento energetico;
• minori tempi e costi per le connessioni alla rete, specialmente per i grandi produttori con connessione alla rete di distribuzione in MT e AT.
Infine, la riduzione dei costi dei DSO in seguito a: riduzione delle perdite, risoluzione delle congestioni di rete, differimento delle opere di potenziamento, etc., oltre che in un guadagno per il DSO può tradursi in una riduzione dei costi per l’intera collettività.